Dott.ssa
Chiara Di Pietro

Test di gravidanza: quando farlo?

Per fare una diagnosi di gravidanza possiamo utilizzare sia un test sulle urine che un prelievo ematico. Entrambi vanno a dosare il libello delle BHCG, un ormone rilevabile solo se la donna è incinta perché prodotto dalla porzione che darà vita alla placenta la cui sintesi inizia con l’impianto dell’embrione in utero. Una volta secreto entra nella circolazione sanguigna per poi essere eliminato nelle urine. Ecco spiegato perché la conferma della gravidanza può venire sia da un esame del sangue sia dal test delle urine. Una volta iniziata la produzione di tale ormone, la sua concentrazione raddoppia ogni due giorni.

QUANDO PUO’ ESSERE FATTO?

La tempistica dipende soprattutto dalla regolarità del vostro ciclo mestruale: se questo è regolare (cioè ogni mese viene dopo lo stesso numero di giorni del mese precedente), il test può essere effettuato già dal primo giorno di ritardo del ciclo; in caso contrario di irregolarità, sarà meglio aspettare qualche giorno (4-5).

COME SI FA?

Il prelievo del sangue si può effettuare in qualunque centro prelievi anche senza prescrizione e non è necessario il digiuno. La risposta non ha margine di errore! Sé è positivo siete incinta!

Il test sulle urine in passato era necessario farlo con la prima urina del mattino, ma ad oggi non è più necessario. Bisogna sedersi sul water e fare la pipì! Il getto deve essere mantenuto alcuni secondi sulla parte assorbente del test.

MI RACCOMANDO: prendete bene la mira! Se avete paura di sbagliare potete riempire un contenitore e immergerci il test per qualche secondo. Dopo di che bisognerà aspettare alcuni minuti che probabilmente vi sembreranno lunghissimi. I segni che indicano il risultato possono essere diversi a seconda del marchio (linea, croce, faccina).

Nei test classici una linea significa test negativo (non sei incinta), due linee significato test positivo. Nella versione digitale può comparire sotto forma di parole (incinta o non) o di simboli (faccina sorridente o triste).

Il suo risultato è sicuro al 99%.

L’indice di errore è dovuto alla possibilità di falsi negativi quindi se la seconda striscia si colora, anche in modo tenue, la gravidanza è certa.

Il risultato negativo può non essere certo quindi nel caso in cui il ciclo continui a non arrivare è necessario eseguire il prelievo del sangue.